Primaria
Secondaria 1° grado

Tutta la nostra città

Consapevolezza e responsabilità Sostenibilità
    • Consapevolezza e responsabilità
    • Sostenibilità
    • Educazione Civica
    • Area Storico-Geografica-Filosofica
    • Area Scientifica-Tecnologica Matematico
    • Comunicazione nella madrelingua
    • Competenza matematica e competenze di base in scienza e tecnologia
    • Competenza digitale
    • Competenze sociali e civiche
    • Consapevolezza ed espressione culturale
    • 05. Le parole sono un ponte
      • Conosco la città nella quale vivo? 
      • Quali sono gli spazi pubblici della mia città?
      • Come posso rendere la mia città a misura di bambino? 
      • Come posso migliorare gli spazi di socializzazione della mia città?
Svolgimento
120'
  • Guarda il video

    Visione del video, spiegazione del Goal 11 dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, soffermandosi in particolare sui target 11.3 Entro il 2030, potenziare un’urbanizzazione inclusiva e sostenibile e la capacità di pianificare e gestire in tutti i paesi un insediamento umano che sia partecipativo, integrato e sostenibile” e 11.7 Entro il 2030, fornire accesso universale a spazi verdi e pubblici sicuri, inclusivi e accessibili, in particolare per donne, bambini, anziani e disabili”.

  • Discuti

    Dopo la visione del video e la breve spiegazione del Goal nonché dei relativi target, svolgere una sessione di brainstorming chiedendo a ciascun alunno una parola per descrivere la loro città ideale. Registrare le parole su una bacheca o lavagna digitale (es. Padlet o Jamboard). 

  • Cerca online

    Utilizzando Google Earth, esplorare l’immagine satellitare della propria città, scoprendo insieme agli alunni/e quali sono i principali luoghi pubblici e quali gli spazi di socialità. 

  • Guarda il video

    Guardare il video e introdurre il principio numero 5 del Manifesto di Parole O_stili “Le parole sono un ponte”, spiegando come le parole possono costruire ponti tra le persone oppure innalzare muri che le separano.

  • Guarda il video

    Guardare il video “Coriandoline”, un quartiere di Correggio in provincia di Reggio Emilia ideato dai bambini.

  • Discuti

    Dopo la visione del video dividere la classe in gruppi da 4 o 5 alunni e, partendo dalle parole emerse nello step 1, chiedere loro come vorrebbero cambiare i luoghi pubblici della propria città, in particolare per renderli più sicuri, inclusivi e universalmente accessibili.

    Al termine dell’attività, aprire un confronto tra i gruppi per giungere a una sintesi delle proposte emerse ed elaborare insieme il “Manifesto della città a misura di bambino”. Utilizzare la lavagna digitale Jamboard per la scrittura del Manifesto.

  • Crea un itinerario multimediale

    Sulla base delle idee del “Manifesto della città a misura di bambino”, utilizzando Google Earth, creare insieme alla classe un itinerario multimediale di tutti gli spazi pubblici della propria città che gli alunni vogliono migliorare, con le relative schede informative contenenti le loro proposte.

  • Nello step 3 si può prevedere un incontro con gli anziani della città per raccontare agli studenti come sono cambiati i luoghi in cui vivono

    Al termine delle attività, il “Manifesto della città a misura di bambino” e l’itinerario multimediale possono diventare oggetto di un incontro pubblico tra gli alunni e le istituzioni locali.

    Alcuni link utili per queste attività:


Segui il percorso completo
Chi ha già lavorato in classe con questa attività

In questa sezione troverai le esperienze di chi ha lavorato con l'attività proposta attraverso un racconto di foto e video! Prendi spunto, fatti un'idea e se vuoi condividi la tua esperienza con gli altri raccontando com'è andata (se trovi la sezione vuota, apri le danze ;) )