Primaria

Prima di salpare, conosciamoci!

Collaborazione Emozioni Consapevolezza e responsabilità Cittadinanza digitale Inclusione

Attività per il primo biennio che permetta ad alunni e ad alunne di conoscersi meglio, gettando in questo modo le basi del proprio “ponte”, delle proprie relazioni con gli altri, e che consenta di presentare il Manifesto della comunicazione non ostile, la bussola che li accompagnerà alla scoperta della comunicazione, offline e online.

durata 60  min

Materia

Educazione Civica
Area Umanistico-Letteraria
Area Scientifica-Tecnologica Matematico
Area Artistico-Espressiva

Competenze chiave

Comunicazione nella madrelingua
Imparare a imparare
Competenze sociali e civiche
Consapevolezza ed espressione culturale

Punto/i del Manifesto della comunicazione non ostile

04. Prima di parlare bisogna ascoltare
05. Le parole sono un ponte

Domande fondamentali

• Che cos’è il Manifesto della comunicazione non ostile e perché è nato?


• In che modo il Manifesto può aiutare nella costruzione delle relazioni offline e online?


Materiali e Fonti

Il Manifesto della comunicazione non ostile

Il Manifesto della comunicazione non ostile per l'infanzia

Carta, forbici, colla e pennarelli colorati.
Cartellina o quaderno (per raccogliere i materiali del percorso).
Mappa dei sentieri (una qualsiasi) e/o bussola.

Svolgimento dell'attività

 


Attività di presentazione e conoscenza (25 minuti)


 


L’insegnante suddivide la classe in coppie e invita bambini e bambine a costruire dei mattoncini di carta, mostrando loro come fare. Una volta terminata la costruzione, si dividono i bambini/e in coppie casuali e ogni componente della coppia verrà invitato a conoscere meglio il/la proprio/a partner attraverso delle domande, suggerite dall’insegnante o pensate spontaneamente da bambini e bambine.


Successivamente i bambini/e dovranno riportare le risposte sui mattoncini e disporli in modo tale da formare un ponte in grado di unire la coppia. Al termine dell’attività l’insegnante farà riflettere la classe su come le parole possano rappresentare un ponte in grado di unire due “sponde”, ovvero due persone, se vi sono voglia di conoscersi e ascolto.


 


 


Presentazione del Manifesto della comunicazione non ostile (20 minuti)


L’insegnante introduce il Manifesto presentandolo come una bussola in grado di orientare e guidare la comunicazione, offline e online. Partendo dall’esperienza di bambini e bambine, il Manifesto verrà paragonato ad una mappa dei sentieri di montagna, che indica a escursionisti ed escursioniste il sentiero per raggiungere la meta, e/o ad una bussola, che permette a navigatori e navigatrici di non perdere la giusta rotta. Esattamente come gli strumenti presentati, il Manifesto è nato per aiutare le persone a comunicare correttamente tra loro.


 


Conclusione (15 minuti)


L’insegnante invita alunni e alunne a tenere un “diario di bordo”, dove annotare le conoscenze acquisite, ovvero i materiali dell’intero percorso biennale, e le difficoltà incontrate, e a personalizzarlo a piacere.


Ulteriori attività di approfondimento


  • La classe potrebbe realizzare una grande carta nautica da appendere in classe in modo tale da segnare visivamente le terre/isole visitate durante la navigazione che potrebbero essere chiamate con il titolo delle tappe affrontate.


 



  •  Nel caso in cui non fosse possibile svolgere l’attività in presenza, l’insegnante potrebbe invitare alunni/e a disegnare un ponte su un foglio di carta e a riempirlo scrivendo con colori diversi le risposte di ciascun compagno e di ciascuna compagna alle domande poste dall’insegnante stesso/a.


Chi ha già lavorato in classe con questa attività

In questa sezione troverai le esperienze di chi ha lavorato con l'attività proposta attraverso un racconto di foto e video! Prendi spunto, fatti un'idea e se vuoi condividi la tua esperienza con gli altri raccontando com'è andata (se trovi la sezione vuota, apri le danze ;) )