Primaria

Io più te fa noi… Ma come si fa?

Cittadinanza digitale Conflitto Consapevolezza e responsabilità

Individuare quali siano comportamenti/atteggiamenti di attenzione verso gli altri/le altre che consentono di vivere in gruppo rispettando la sensibilità e le peculiarità di ciascuno/a.

durata 60  min

Materia

Educazione Civica
Area Umanistico-Letteraria
Area Artistico-Espressiva

Competenze chiave

Comunicazione nella madrelingua
Imparare a imparare
Competenze sociali e civiche
Consapevolezza ed espressione culturale

Punto/i del Manifesto della comunicazione non ostile

01. Virtuale è reale
08. Le idee si possono discutere.Le persone si devono rispettare

Domande fondamentali

• Essere un gruppo significa che siamo tutti/e uguali?

• Come rispettare le diverse sensibilità e le peculiarità di ciascuno/a?

• Quali atteggiamenti/comportamenti devo attuare per vivere bene in gruppo e per far vivere bene gli altri/le altre nel gruppo?


Materiali e Fonti

Parole appuntite, parole piumate. Giulio Coniglio

Il Manifesto della comunicazione non ostile

- Due cartelloni (uno verrà tagliato dall’insegnante in tanti pezzi, come tessere di un puzzle, prima di entrare in aula);
- forbici, colla e pennarelli;
- bigliettini con piccoli impegni che alunni e alunne dovranno onorare scritti sopra.

Svolgimento dell'attività

Introduzione (10 minuti)


L’insegnante introduce l’argomento della tappa leggendo almeno due volte la quarta filastrocca del libro “Parole appuntite, parole piumate” e facendo riflettere alunni e alunne sul fatto che essere una classe, un gruppo non significa essere tutti/e uguali: ognuno/a ha la propria sensibilità e gusti/passioni differenti, ognuno/a è unico/a ed è importante saper valorizzare la particolarità di tutti/e.


Attività (40 minuti)


L’insegnante distribuirà a ciascuno/a un pezzo del cartellone e chiederà ad ogni bambino/a di

scriverci sopra il completamento delle seguenti frasi

dalla mia classe mi aspetto che…

ad alcuni/e compagni/e chiedo che…

da qualcuno/a ho bisogno di…

da alcuni/e compagni/e ho paura che…


Quando tutti/e avranno finito, verrà chiesto alla classe di ricomporre il puzzle tenendo i pezzi girati cosicché nessuno/a possa leggere quanto scritto. Quando il cartellone sarà stato ricomposto, l’insegnante incollerà i pezzi con lo scotch e lo girerà, di modo che si riescano a leggere le risposte, facendo così partire la condivisione. L’insegnante guiderà la discussione spiegando che in un gruppo, per vivere bene, è importante rispettare le sensibilità di tutti/e e a questo punto proporrà di scrivere su un altro cartellone un decalogo di atteggiamenti/comportamenti di attenzione verso gli altri/le altre da rispettare in classe, in Rete e fuori (es. 1. Ascoltare; 2. Non giudicare; 3. Accogliere; 4. Aiutare; 5. Mettersi nei panni di etc).


Conclusione (10 minuti)


Dopo aver appeso il decalogo in classe, l’insegnante farà pescare ad ogni alunno/a un bigliettino con un piccolo impegno da onorare durante la settimana e da attaccare sul diario di bordo (es. aiutare chi è in difficoltà, ascoltare chi ha bisogno di parlare etc).


Ulteriori attività di approfondimento

Ascolto della canzone “Io più te fa noi” (disponibile sul canale Zecchino d’Oro – Le canzoni dell’Antoniano a questo link https://youtu.be/dQ57o-vbQ-w).


Chi ha già lavorato in classe con questa attività

In questa sezione troverai le esperienze di chi ha lavorato con l'attività proposta attraverso un racconto di foto e video! Prendi spunto, fatti un'idea e se vuoi condividi la tua esperienza con gli altri raccontando com'è andata (se trovi la sezione vuota, apri le danze ;) )