Secondaria 1° grado

Gli Youtuber del Presidente

Social Cittadinanza digitale Influencer Web reputation /identità online
durata 60  min

Materia

Educazione Civica
Area Umanistico-Letteraria
Area Storico-Geografica-Filosofica

Competenze chiave

Comunicazione nella madrelingua
Competenza digitale
Competenze sociali e civiche
Consapevolezza ed espressione culturale

Punto/i del Manifesto della comunicazione non ostile

02. Si è ciò che si comunica
07. Condividere è una responsabilità
09. Gli insulti non sono argomenti

Descrizione dell'argomento

Possibilità e pericoli di un mondo online in cui chiunque può diventare una celebrità nell’arco di pochissimo tempo.


Domande fondamentali

• Cosa significa essere una celebrità online?


• Quali sono le critiche che gli/le Youtuber possono ricevere mentre ottengono l’attenzione del pubblico?


Materiali e Fonti

Il Manifesto della comunicazione non ostile

“Quirinale: i giovani e la rete, Mattarella incontra protagonisti web, da Bravi a ‘The Jackal’

Lavagna

Devices tecnologici con accesso a internet (pc, smartphone, tablet)

Svolgimento dell'attività

Introduzione (10 minuti)


Discussione in classe: “Che cosa serve per diventare famoso/a online?” Scrivere le risposte delle studentesse e degli studenti alla lavagna. Discutere i seguenti fattori associati al diventare famosi: talento, aspetto fisico, tempismo, fortuna, strategia, visibilità, capacità di fare rete, pubblicità.


Attività (30 minuti)


Lavoro in classe a gruppi di 4/5 alunni/e suddivisi/e per Youtuber preferiti: quali sono gli Youtuber che seguite? Cosa vi piace dei loro video? Cosa non vi piace?


Guidare le studentesse e gli studenti a riflettere sulle loro esperienze e far emergere nel dibattito elementi contrastanti (ad esempio i commenti negativi che molti ricevono; le “guerre” fra Youtuber; quelli/e che hanno smesso di pubblicare video; le campagne sociali promosse dagli Youtuber; ecc.). Restituzione in classe dei lavori svolti. (20 minuti)


Lettura della notizia “Quirinale: i giovani e la rete, Mattarella incontra protagonisti web, da Bravi a ‘The Jackal’”. (10 minuti)


Conclusione (20 minuti)


Dibattito in merito ai temi emersi: da un punto di vista positivo Internet ci permette di scoprire e sostenere persone di talento che potrebbero non aver mai avuto la possibilità di diventare altrimenti note. Da un punto di vista negativo i video possono diventare virali attraverso il ridicolo e la presa in giro. Internet fornisce una piattaforma pubblica per critici e “odiatori”, per fare battute su persone che non si amano.


Ulteriori attività di approfondimento

Singolarmente o in piccoli gruppi, scegliere un filmato di uno/una Youtuber esemplificativo/a dei discorsi fatti in classe e commentare elementi positivi e negativi che si osservano, possibilmente servendosi di slide a supporto delle proprie tesi (evidenziando frasi pronunciate, commenti ricevuti, ecc..).


Chi ha già lavorato in classe con questa attività

In questa sezione troverai le esperienze di chi ha lavorato con l'attività proposta attraverso un racconto di foto e video! Prendi spunto, fatti un'idea e se vuoi condividi la tua esperienza con gli altri raccontando com'è andata (se trovi la sezione vuota, apri le danze ;) )