Secondaria 1° grado

Uscire dalla rete del Bullo

Social Consapevolezza e responsabilità Cittadinanza digitale Cyberbullismo - bullismo

In collaborazione con Editoriale Scienza



durata 60  min

Materia

Educazione Civica
Area Umanistico-Letteraria

Competenze chiave

Comunicazione nella madrelingua
Competenze sociali e civiche
Consapevolezza ed espressione culturale

Punto/i del Manifesto della comunicazione non ostile

03. Le parole danno forma al pensiero
06. Le parole hanno conseguenze
10. Anche il silenzio comunica

Descrizione dell'argomento

Internet è ormai entrato nelle nostre vite. Grazie al web possiamo cercare informazioni, giocare, comunicare con persone provenienti da qualsiasi parte del mondo…


Non bisogna, però, trascurare i rischi che -soprattutto i/le giovani- corrono sul web. Con la possibilità di nascondere la propria identità, alcuni/e decidono infatti di usare internet come luogo e mezzo per infastidire, offendere o, addirittura, perseguitare persone più fragili di loro. In quest’attività cercheremo di capire chi sono i cyberbulli e le cyberbulle e rifletteremo su come contrastare questo fenomeno.


Domande fondamentali

• Chi è il cyberbullo/la cyberbulla?


• Cosa fare se io o un mio amico/una mia amica veniamo presi di mira?


Materiali e Fonti

Video “Monologo sul bullismo” di Paola Cortellesi, con l’accompagnamento musicale di Marco Mengoni

“Cyberbulli al tappeto” di Teo Benedetti e Davide Morosinotto, Editoriale Scienza.

Libro, video, computer, proiettore, Post-it.

Svolgimento dell'attività

Introduzione (20 minuti)


L’insegnante (riprendendo attività fatte in precedenza) ripropone il tema del cyberbullismo puntualizzando cosa cambia rispetto al bullismo “tradizionale”, perché sia importante conoscere questo fenomeno, cosa si possa fare per contrastarlo ecc. cercando di far emergere il fatto che uno dei punti di forza più importanti che abbiamo è l’essere uniti e aiutarsi a vicenda.


Attività (40 minuti)


Il cyberbullismo è fatto di tante azioni che bulli/e e complici mettono in atto. A ogni alunno/a viene consegnato un post-it, su cui dovrà scrivere una parola che ritiene rappresentativa del cyberbullismo (può essere un fatto, un insulto, una caratteristica del/la bullo/a…). Dopo questa fase, ognuno/a attaccherà il suo post-it su un cartellone. (10 minuti)


Viene a questo punto mostrato il video “Monologo sul bullismo” di Paola Cortellesi e Marco Mengoni. Mentre la classe guarda il filmato, l’insegnante compone sul cartellone la scritta “bullismo” formata dai post-it. (15 minuti)


Per arrivare alle conclusioni, l’insegnante riprenderà in mano il cartellone, mostrando come tutti quei post-it abbiano formato la parola bullismo. Chiederà quindi ad allievi e allieve di avvicinarsi al cartellone, staccare un post-it (possibilmente, non quello scritto da loro) e fare una riflessione sul suo contenuto, oppure proporre una soluzione.


Alla fine di questo momento di condivisione la parola “bullismo” non sarà più visibile sul cartellone perchè tutti i post-it saranno stati tolti. Ciò a simboleggiare che gli atti di prepotenza si possono affrontare ed eliminare insieme. (15 minuti)


Chi ha già lavorato in classe con questa attività

In questa sezione troverai le esperienze di chi ha lavorato con l'attività proposta attraverso un racconto di foto e video! Prendi spunto, fatti un'idea e se vuoi condividi la tua esperienza con gli altri raccontando com'è andata (se trovi la sezione vuota, apri le danze ;) )