Primaria

Se non ci fosse energia

Sostenibilità Consapevolezza e responsabilità

In collaborazione con SORGENIA

durata 60  min

Materia

Educazione Civica
Area Umanistico-Letteraria
Area Scientifica-Tecnologica Matematico

Competenze chiave

Competenza matematica e competenze di base in scienza e tecnologia
Imparare a imparare
Competenze sociali e civiche
Spirito di iniziativa

Punto/i del Manifesto della comunicazione non ostile

01. Virtuale è reale
08. Le idee si possono discutere.Le persone si devono rispettare

Descrizione dell'argomento

L’energia è un bene prezioso.


Domande fondamentali

• È possibile un mondo senza energia? E una vita senza parole?


• Quali sono le parole che danno più energia e che ci fanno camminare verso il futuro?


• Qual è il modo che ci consente di non sprecare energia e di non restare senza parole (o di non lasciare gli altri senza)?


Materiali e Fonti

Il Manifesto della comunicazione non ostile

Che cos’è l’energia

maestrasabry.it

Svolgimento dell'attività

Introduzione (15 minuti)


Bambini/e sono invitati/e a dare una propria definizione del concetto di energia, che verrà riportata sulla lavagna o su un cartellone, e successivamente vengono introdotti/e al suo significato scientifico e pratico attraverso la visione del video (link nelle Fonti).


Riflessione (30 minuti)


L’insegnante invita bambini/e a pensare a cosa succederebbe in quel momento se venisse a mancare l’energia (si spegnerebbe la luce, non suonerebbe la campanella, smetterebbe di funzionare il computer e/o la LIM…), quindi a piccoli gruppi chiede loro di fare un elenco dei momenti della loro giornata in cui è presente l’energia. Al termine dell’attività, chiede loro se “energia” è una parola di cui si può fare a meno e perché. Durante il confronto li/le invita a riflettere sul fatto che l’energia è un bene prezioso, ma non infinito, che non va quindi sprecato ma condiviso. Proprio come le parole.


Conclusione (15 minuti)


L’insegnante presenta alla classe il Manifesto della comunicazione non ostile e invita a pensare alle situazioni in cui l’energia può essere un ponte, può essere sprecata o valorizzata, può essere condivisa. Infine chiede a bambini/e di suggerire le parole che danno più energia e quelle che invece possono essere più esplosive.


Ulteriori attività di approfondimento

Per casa bambini/e possono esercitarsi nell’attività proposta da maestrasabry.it (link nelle Fonti) oppure possono fare un disegno in cui immaginano un mondo senza energia e/o un mondo senza parole. Inoltre, per approfondire il tema sono consigliati i seguenti libri: “I segreti dell’energia” di Alice James – Usborne Publishing; “La scienza intorno a te”, Editoriale Scienza.


Chi ha già lavorato in classe con questa attività

In questa sezione troverai le esperienze di chi ha lavorato con l'attività proposta attraverso un racconto di foto e video! Prendi spunto, fatti un'idea e se vuoi condividi la tua esperienza con gli altri raccontando com'è andata (se trovi la sezione vuota, apri le danze ;) )