Primaria

Scegliere le parole con lo stile

Cittadinanza digitale Collaborazione Emozioni Consapevolezza e responsabilità
    • Cittadinanza digitale
    • Consapevolezza e responsabilità
    • Emozioni
    • Collaborazione
    • Educazione Civica
    • Comunicazione nella madrelingua
    • Imparare a imparare
    • Competenze sociali e civiche
    • Consapevolezza ed espressione culturale
    • 01. Virtuale è reale
    • 02. Si è ciò che si comunica
    • 03. Le parole danno forma al pensiero
    • 04. Prima di parlare bisogna ascoltare
    • 05. Le parole sono un ponte
    • 06. Le parole hanno conseguenze
    • 07. Condividere è una responsabilità
    • 08. Le idee si possono discutere.Le persone si devono rispettare
    • 09. Gli insulti non sono argomenti
    • 10. Anche il silenzio comunica
      • Quali sono le parole gentili? 
      • È importante usarle quando si parla con gli altri? 
      • Quando parlo con qualcuno/a, penso mai a quali parole vorrei venissero dette a me? 
Svolgimento
60'
  • Attiva la riflessione e ascolta la canzone

    L’insegnante introduce il tema delle “parole gentili”, raccogliendo qualche idea dal gruppo classe. Successivamente propone la visione/ascolto (si consiglia due volte) della canzone “Parole con lo stile” e ne viene poi letto ad alta voce il testo. A questo punto viene posta alla classe la domanda “Quali possono essere le parole gentili?” Suggerimenti: Lettura della terza filastrocca del seguente libro: Anna Sarfatti, Nicoletta Costa “Parole appuntite, parole piumate”, Franco Cosimo Panini 2019.

  • Realizza le sagome delle parole gentili su cartoncino

    L’insegnante pone alla classe la seguente domanda “quali sono le parole gentili/piumate che vorrei sentirmi dire dagli/dalle altri/e?” e lascia ad alunni/e un po’ di tempo per pensarci. Successivamente ogni bambino/a dovrà ritagliare da cartoncini colorati 6 sagome di piume e scriverci sopra le parole gentili pensate: di queste 6 sagome, 3 verranno incollate sul quaderno e 3 verranno consegnate all’insegnante che, come il vento, le soffierà lontano ridistribuendole tra compagni/e.

  • Attiva la riflessione

    Verrà quindi fatto un momento di condivisione durante il quale ogni alunno/a verrà invitato/a a dire se è contento/a delle parole ricevute. L’insegnante potrà così concludere il dialogo facendo riflettere la classe sul fatto che quando si parla è sempre bene dire solo quello che vorremmo venisse detto a noi. Al termine dell’attività anche le piume trasportate dal vento verranno incollate sul quaderno .

Chi ha già lavorato in classe con questa attività

In questa sezione troverai le esperienze di chi ha lavorato con l'attività proposta attraverso un racconto di foto e video! Prendi spunto, fatti un'idea e se vuoi condividi la tua esperienza con gli altri raccontando com'è andata (se trovi la sezione vuota, apri le danze ;) )