Infanzia

Piantine di gentilezza

Consapevolezza e responsabilità Sostenibilità

Imparare a prendersi cura del mondo circostante: dalle piante, alle parole, alle persone.

durata 105  min

Materia

Educazione Civica

Competenze chiave

Comunicazione nella madrelingua
Imparare a imparare
Competenze sociali e civiche
Spirito di iniziativa

Punto/i del Manifesto della comunicazione non ostile

01. Virtuale è reale
02. Si è ciò che si comunica
03. Le parole danno forma al pensiero
04. Prima di parlare bisogna ascoltare
05. Le parole sono un ponte
06. Le parole hanno conseguenze
07. Condividere è una responsabilità
08. Le idee si possono discutere.Le persone si devono rispettare
09. Gli insulti non sono argomenti
10. Anche il silenzio comunica

Domande fondamentali

• Di cosa hanno bisogno le piante per crescere bene? E noi?

• Faccio attenzione al mondo che mi circonda?

• Sono attento/a ad usare parole gentili come “grazie” e “per favore”?


Materiali e Fonti

Il Manifesto della comunicazione non ostile per l'infanzia

Esperimento di germinazione dei semi:

- Quattro piatti di plastica
- Ovatta
- Acqua
- Lenticchie e fagioli

Svolgimento dell'attività

Parte 1 (30 minuti)


L’insegnante chiede a bambini e bambine se a casa hanno fiori o piantine e se sanno come prendersene cura. A questo punto introdurrà l’esperimento di germinazione dei semi, i cui passaggi da seguire sono riportati di seguito:

• Inserire dei pezzi di ovatta all’interno di quattro piatti;

• Spargere sopra una manciata di lenticchie e fagioli, inumidendo il tutto;

• Posizionare due piatti sul davanzale della finestra, alla luce del sole, e due in uno spazio chiuso

(come ad esempio l’armadio).

• Innaffiare con poca acqua, ogni 2 o 3 giorni.


Osservazioni: Dopo qualche giorno avrà inizio la germinazione dei semi e cresceranno delle piccole radici bianche. Dopo una settimana, i semi avranno iniziato a svilupparsi e nasceranno delle piccole foglioline.


Le piantine nell’armadietto saranno cresciute molto velocemente e saranno caratterizzate da un fusto di colore bianco, debole, con le foglioline di colore giallognolo; quelle sul davanzale invece saranno cresciute di meno, ma saranno di colore verde e più robuste.


Parte 2 (60 minuti)

L’insegnante introdurrà, a questo punto, il concetto di cura delle parole con un parallelismo: come le piantine che hanno bisogno di acqua per crescere in modo sano e forte, le nostre parole devono essere “innaffiate” con la gentilezza per crescere al meglio.

Proporrà dunque a bambine e bambini di disegnare la propria “piantina della gentilezza” o, in alternativa, fornirà un disegno già pronto da colorare.

Su ciascuna fogliolina della pianta, ogni bambino/a inserirà le proprie parole della gentilezza: le detterà all’insegnante, che le riporterà tratteggiate, in modo che possa essere il bambino o la bambina stessa a “scriverle”.

La piantina verrà poi portata a casa e mostrata ai genitori.


Conclusione (15 minuti)

Infine l’insegnante introdurrà il Manifesto della comunicazione non ostile per l’infanzia, presentandolo come un piccolo aiuto per trovare sempre parole gentili: come compito per casa, ogni bambino/a, con l’aiuto di un genitore, potrà scegliere un principio e rappresentarlo graficamente.


Ulteriori attività di approfondimento

Dopo aver mostrato il disegno della piantina ai propri genitori, ogni bambino/a potrà riportarlo a scuola e incollarlo su un cartellone da appendere in classe.


Chi ha già lavorato in classe con questa attività

In questa sezione troverai le esperienze di chi ha lavorato con l'attività proposta attraverso un racconto di foto e video! Prendi spunto, fatti un'idea e se vuoi condividi la tua esperienza con gli altri raccontando com'è andata (se trovi la sezione vuota, apri le danze ;) )