Secondaria 2° grado

Libertà di e libertà da

Costituzione Hate Speech Consapevolezza e responsabilità
durata 60  min

Materia

Educazione Civica
Area Umanistico-Letteraria
Area Storico-Geografica-Filosofica

Competenze chiave

Imparare a imparare
Competenze sociali e civiche
Consapevolezza ed espressione culturale

Punto/i del Manifesto della comunicazione non ostile

02. Si è ciò che si comunica
03. Le parole danno forma al pensiero
04. Prima di parlare bisogna ascoltare
07. Condividere è una responsabilità
08. Le idee si possono discutere.Le persone si devono rispettare
09. Gli insulti non sono argomenti

Descrizione dell'argomento

Focus sulla libertà d’espressione e sui confini previsti dalla Costituzione.


Domande fondamentali

• La libertà d’espressione sancita dalla Costituzione è un diritto senza limiti?


• Qual è la via più efficace per contemperare libertà e dignità?


• Cosa può fare ciascuno e ciascuna di noi in prima persona?


Materiali e Fonti

Il Manifesto della comunicazione non ostile

“Di sana e robusta Costituzione. Intervista di Carlo Alberto dalla Chiesa” di Oscar Luigi Scalfaro e Gian Carlo Caselli, ADD editore.

“La Costituzione spiegata a mia figlia” di Giangiulio Ambrosini, Einaudi

Video “Sull’odio online”

La Costituzione della Repubblica Italiana

La Dichiarazione dei Diritti in Internet

Svolgimento dell'attività

Introduzione (10 minuti)


In apertura dell’incontro, viene proposta ai ragazzi e alle ragazze la visione di un video sull’odio online realizzato dall’influencer e YouTuber Francesco Sole, presente nelle fonti.


Attività (35 minuti)


Terminata la visione, l’insegnante apre la discussione chiedendo ai ragazzi e alle ragazze se condividono quanto hanno ascoltato, se si ritrovano nel quadro fornito, se sono in grado di perimetrare le dimensioni di questo fenomeno. (15 minuti)


Successivamente, l’insegnante introduce il tema dell’art. 21 della Costituzione, della libertà d’espressione e la questione libertà di pensiero, parola, riunione, manifestazione (tutti diritti che il fascismo aveva negato) e libertà da povertà, ignoranza, malattia. Chiede quindi alla classe se esistono e quali sono i limiti alla libertà d’espressione e come è possibile bilanciare diritti apparentemente in contrasto. (20 minuti)


Conclusione (15 minuti) Infine si invita ciascuna/o a chiedersi cosa può fare per non essere complice di tanto odio e uscire dallo stato di minorità di cui parla Kant: ad esempio, praticando i principi contenuti nel Manifesto della comunicazione non ostile.


Ulteriori attività di approfondimento

Invitare i ragazzi e le ragazze a individuare situazioni sui social in cui la libertà d’espressione sancita dalla Costituzione si è rivelata anticostituzionale.


Chi ha già lavorato in classe con questa attività

In questa sezione troverai le esperienze di chi ha lavorato con l'attività proposta attraverso un racconto di foto e video! Prendi spunto, fatti un'idea e se vuoi condividi la tua esperienza con gli altri raccontando com'è andata (se trovi la sezione vuota, apri le danze ;) )