Secondaria 2° grado

Cappuccetto Rosso Virtual Story

Consapevolezza e responsabilità Cittadinanza digitale

In collaborazione con Pepita Onlus e Fondazione Carolina

durata 40  min

Materia

Educazione Civica
Area Umanistico-Letteraria

Competenze chiave

Competenze sociali e civiche

Punto/i del Manifesto della comunicazione non ostile

01. Virtuale è reale

Descrizione dell'argomento

Prendere consapevolezza della necessità di integrare la vita online con quella offline.


Domande fondamentali

• Sei consapevole della necessità di integrare la vita online con quella offline?

• Virtuale è reale?


Materiali e Fonti

Scheda “Cappuccetto Rosso virtual story”.

Svolgimento dell'attività

Questa attività consiste in tre fasi:


Fase 1 (20 min.)


Si dividono i/le ragazzi/e in gruppetti da 4/5 persone ciascuno e ad ognuno verrà distribuita la scheda. Il loro compito è quello di continuare la storia che è interrotta a metà. Dovranno scrivere due storie: una come se fossero nel mondo reale (real world) e l’altra come se fossero nel mondo virtuale (virtual world). Non si devono dare ulteriori spiegazioni ai/alle ragazzi/e, né fare esempi concreti di storie possibili ma lasciarli/le assolutamente liberi/e di inventarsi quello che vogliono. Dopo aver distribuito la scheda ad ogni gruppo, l’insegnante legge la storia scritta e invita poi a continuare.


Fase 2 (10 min.)


Quando tutti i gruppi hanno terminato, si invita ogni gruppo a leggere le sue due storie. I/le ragazzi/e devono ascoltare attentamente le storie di tutti. Dopo che tutti hanno letto, l’insegnante chiede ai/alle ragazzi/e di dire cosa hanno in comune le storie dei diversi gruppi (cosa hanno in comune tutte le vostre storie del real world? cosa hanno in comune tutte le storie del virtual world?). Per esperienza le prime saranno verosimili e realistiche nei personaggi, nei luoghi e nelle situazioni (e se non lo sono, l’insegnante lo faccia simpaticamente notare!), mentre le seconde saranno più fantastiche e non realistiche.


Fase 3 (10 min.)


A questo punto l’insegnante chiede: “Comunque è impossibile che nessuno/a di voi, che siete ragazzi/e così intelligenti, si sia accorto/a che nel foglio che vi ho dato c’è un errore grandissimo, proprio madornale!!! Non lo vedete?” L’insegnante provocherà un po’ la classe per farsi dire dov’è l’errore. Alunni/e inizieranno a cercarne di tutti i tipi (negare sempre!) Dopo un po’, se nessuno/a ci arriva, l’insegnante farà notare l’errore: la linea nera che separa real world da virtual world è’ sbagliata! A questo punto verrà chiesto loro il perché e li/le si porterà a capire che non esiste una distinzione tra i due mondi, che non si tratta di pianeti lontani anni luce, che nessuno/a di noi passa ogni giorno da un pianeta all’altro. Se ne discute un po’ in base al tempo che manca.


Chi ha già lavorato in classe con questa attività

In questa sezione troverai le esperienze di chi ha lavorato con l'attività proposta attraverso un racconto di foto e video! Prendi spunto, fatti un'idea e se vuoi condividi la tua esperienza con gli altri raccontando com'è andata (se trovi la sezione vuota, apri le danze ;) )