fbpx
Primaria

Le avventure di Cipollino

Consapevolezza e responsabilità Emozioni Collaborazione Conflitto Inclusione Costituzione Cyberbullismo - bullismo

La 2 E Scuola Primaria Cerveteri ha realizzato un'attività relativa sia al progetto di educazione civica che al progetto annuale "Lettura ad alta voce" per sensibilizzare alunni e famiglia ai benefici della lettura in età infantile; è stato scelto questo testo per iniziare a parlare di bullismo come ingiustizia e prepotenza, per contrapporre il valore sociale della CURA come EMPATIA, solidarietà, gentilezza, ma anche reazione, ribellione, dire STOP a questi personaggi negativi che girano spesso impuniti anche nel mondo degli adulti.

durata 60  min

Materia

Area Artistico-Espressiva
Educazione Civica
Area Umanistico-Letteraria
Area Linguistica

Competenze chiave

Comunicazione nella madrelingua
Imparare a imparare
Competenze sociali e civiche

Punto/i del Manifesto della comunicazione non ostile

06. Le parole hanno conseguenze
08. Le idee si possono discutere.Le persone si devono rispettare
09. Gli insulti non sono argomenti
04. Prima di parlare bisogna ascoltare
05. Le parole sono un ponte

Descrizione dell'argomento

Ascolto, comprensione e riflessione sulla lettura gratis (1h a settimana), a cura dell’insegnante, del testo significativo “Le avventure di Cipollino” di G. Rodari, che narrando azioni di bullismo e prevaricazione sociale, indica anche la possibilità di reazione attraverso il personaggio di Cipollino, che combatte questi valori negativi e offre un’ancora di salvataggio ai personaggi più deboli.


L’unione fa la forza, nessuno viene lasciato indietro o solo! Insieme si va lontano!


Lettura, studio, ascolto empatico, collaborazione attiva e condivisione umana, a scuola e nel mondo, sono questi i valori positivi che vanno “contagiati” per produrre cambiamento sociale.


Domande fondamentali

https://youtu.be/ZIWP3gu7AO0


FILASTROCCA DEI COSTRUTTORI DI PACE dall’interpretazione di questa filastrocca ci siamo chiesti quali erano le parole gentili e le parole ostili e dopo aver sentito anche la storia di “Ostilia” abbiamo raccolto in un cartellone tutte le frasi significative che si prendono CURA degli altri, ma anche di noi stessi.


La gentilezza insegnata a scuola, abbraccia molti significati: dalla capacità di ascoltare all’empatia, dalla CURA al rispetto; questa tematica cercando ha aspetti diversi e trasversali.


Si educa alla gentilezza ogni giorno, sempre. Il terreno si semina ogni giorno, terreno fertile per un’educazione emotiva e per promuovere la gentilezza come scelta. Un laboratorio espressivo ci permette di esplorare la gentilezza con i bambini, di farne campo di ricerca e sperimentazione attraverso i molteplici linguaggi che abbiamo a disposizione.


Laboratori sulla gentilezza, tante ipotesi progettuali e un comune denominatore: il rispetto. Non può esistere gentilezza senza rispetto: di sé stessi, degli altri, della diversità, dell’ambiente. Per dare senso alle parole e ai gesti gentili, per non associarli solo a comportamenti “formali”, dobbiamo riempirli di una componente valoriale, perciò quando chiediamo scusa, siamo consapevoli di aver “ferito” l’altro, perché gli abbiamo mancato di rispetto.


Chiedere scusa implica una consapevolezza emotiva, lo sviluppo di senso etico e non può mancare una riflessione sul “pensiero gentile e rispettoso”


Materiali e Fonti

Raccontiamo-emozioni \

Rappresentiamo

Svolgimento dell'attività

ATTIVITA’ TRASVERSALI tra il laboratorio linguistico e artistico abbiamo rappresentato graficamente le emozioni positive e negative dei personaggi presenti nel testo “Le avventure di Cipollino” di G. Rodari, rinarrando azioni di bullismo in una forma di catarsi grafica. Il protagonista Cipollino, ci ha insegnato a reagire alle offese e ad aiutare sempre chi si trova in difficoltà. Lo scrittore e poeta Rodari ci ha offerto anche il pretesto di memorizzare filastrocche, idee e pensieri in rima, condividendo valori umani, sociali e civili, che sono i veri atleti nella palestra dell’educazione civica a scuola.


Ulteriori attività di approfondimento

FILASTROCCA DEI COSTRUTTORI DI PACE dall’interpretazione di questa filastrocca ci siamo chiesti quali erano le parole gentili e le parole ostili e dopo aver sentito anche la storia di “Ostilia” abbiamo raccolto in un cartellone tutte le frasi significative che si prendono CURA degli altri, ma anche di noi stessi.


Chi ha già lavorato in classe con questa attività

In questa sezione troverai le esperienze di chi ha lavorato con l'attività proposta attraverso un racconto di foto e video! Prendi spunto, fatti un'idea e se vuoi condividi la tua esperienza con gli altri raccontando com'è andata (se trovi la sezione vuota, apri le danze ;) )