Primaria

Il semaforo parlante

Costituzione Collaborazione
    • Collaborazione
    • Costituzione
    • Educazione Civica
    • Imparare a imparare
    • Competenze sociali e civiche
    • Consapevolezza ed espressione culturale
    • 04. Prima di parlare bisogna ascoltare
    • 05. Le parole sono un ponte
    • • Cos’è che ci permette di vivere insieme in armonia?

      • Come dev’essere una legge perché funzioni?

      • Qual è la nostra Legge?

      • Anche in Rete bisogna darsi delle regole?

Svolgimento
85'
  • Per lo svolgimento di questo step utilizza l'immagine di un semaforo

    L’insegnante propone ai bambini e alle bambine l’immagine di un semaforo posto ad un incrocio: vengono invitati/e a osservarlo, tornando con il pensiero e la memoria ai momenti in cui se lo sono trovato davanti, e poi a condividere ciò che il semaforo ha loro comunicato. L’insegnante riporta sulla lavagna le principali informazioni.

  • L’insegnante pone alla classe la seguente domanda: cos’è secondo voi che fa funzionare il semaforo? Dopo aver raccolto alcune risposte ed evidenziato quelle corrette (il Comune, l’elettricità, l’illuminazione pubblica, i tecnici che l’hanno progettato…), l’insegnante afferma: “È la nostra Costituzione della Repubblica Italiana che fa funzionare il semaforo!”

  • Dopo aver chiesto ai bambini e alle bambine di dare una brevissima definizione di Costituzione e di dire se sono d’accordo con l’affermazione dell’insegnante a proposito del semaforo, valorizzando i loro contributi si spiega che la Costituzione è il punto di riferimento più importante nella società in cui ci muoviamo: c’è anche quando non si vede e ci garantisce moltissime libertà e diritti (ad esempio grazie al contributo che ognuno/a di noi dà attraverso le imposte, si può garantire il funzionamento del semaforo).

  • Guarda il video

    Viene proposto un brevissimo video (suggerito tra le fonti, ma è solo un esempio: in Rete se ne trovano molti validi) e i bambini e le bambine vengono aiutati/e a comprendere che la Costituzione è come un ponte che ci aiuta ad attraversare la strada, che ci permette di raggiungere gli/le altri/e.

  • Lettura e presentazione del Manifesto della comunicazione non ostile

    Come il semaforo ci indica quando possiamo procedere e quando dobbiamo stare fermi/e, così la Costituzione ci indica come muoverci nella vita di tutti i giorni, servono delle regole anche quando usiamo il computer o navighiamo in Internet: per fare questo esiste un semaforo speciale, il Manifesto della comunicazione non ostile. L’insegnante lo presenta brevemente alla classe, sottolineando l’importanza delle parole per stare bene insieme e ricordando che anche le persone che hanno scritto la Costituzione sono state molto attente alla scelta delle parole.

  • Utilizza una mappa dei sentieri e una bussola per aiutarti nella spiegazione

    Partendo dall’esperienza di bambini e bambine, il Manifesto verrà paragonato ad una mappa dei sentieri di montagna, che indica a escursionisti ed escursioniste il sentiero per raggiungere la meta, e/o ad una bussola, che permette a navigatori e navigatrici di non perdere la giusta rotta. Esattamente come gli altri strumenti presentati, il Manifesto è nato per aiutare le persone a comunicare correttamente tra loro.

  • Per lo svolgimento di questo step utilizza fogli o quaderno o cartellina per Educazione Civica

    L’insegnante invita alunni e alunne a tenere un “diario di bordo”, dove annotare le conoscenze acquisite, ovvero i materiali dell’intero percorso biennale, e le difficoltà incontrate, e a personalizzarlo a piacere.

  • Invitare i bambini e le bambine a raccontare a casa ciò di cui hanno parlato in classe e a chiedere ai genitori qual è l’articolo della Costituzione che preferiscono; inoltre proporre loro di rappresentare in un disegno, che comprenda un semaforo, i contenuti dell’attività.

Chi ha già lavorato in classe con questa attività

In questa sezione troverai le esperienze di chi ha lavorato con l'attività proposta attraverso un racconto di foto e video! Prendi spunto, fatti un'idea e se vuoi condividi la tua esperienza con gli altri raccontando com'è andata (se trovi la sezione vuota, apri le danze ;) )