Secondaria 1° grado

Il gioco della gentilezza

Privacy Consapevolezza e responsabilità Hate Speech Cittadinanza digitale Social Influencer Inclusione Bodyshaming Emozioni
durata 60  min

Materia

Educazione Civica
Area Umanistico-Letteraria
Area Artistico-Espressiva

Competenze chiave

Comunicazione nella madrelingua
Comunicazione nelle lingue straniere
Imparare a imparare
Competenze sociali e civiche

Punto/i del Manifesto della comunicazione non ostile

03. Le parole danno forma al pensiero
06. Le parole hanno conseguenze
10. Anche il silenzio comunica

Descrizione dell'argomento

Imparare a comunicare, a riflettere sulle conseguenze delle proprie parole e a sceglierle con cura: fare attenzione ai baobab!


Domande fondamentali

• Le parole possono costruire o demolire: rifletto prima di parlare o di postare?


• Come posso evitare che parole inutili, superficiali, dannose soffochino il mio cuore, le persone intorno a me, il mio mondo?


• Come posso costruire ponti di parole?


Materiali e Fonti

Il Manifesto della comunicazione non ostile

Video “I Supererrori – ep. 2 Tempestata”

“Il Piccolo principe” di Antoine Saint-Exupéry (in particolare il capitolo 5, Il dramma dei baobab).

Video “A random act of kindness”

Svolgimento dell'attività

Introduzione (10 minuti)


L’insegnante dà il via alla lezione, utilizzando come spunto il video “Tempestata”, presente nelle fonti.


Attività (35 minuti)


L’insegnante invita alla lettura e al successivo commento del capitolo del libro di Saint-Exupéry segnalato nelle fonti, soffermandosi sui seguenti punti: Che cosa sono nella comunicazione in Rete “le erbe buone e quelle cattive”? Che cosa significa e quanto è importante essere consapevoli che i baobab “prima di diventar grandi cominciano con l’essere piccoli”?


Perché, se si tratta di una pianta cattiva, “bisogna strapparla subito”?


Se si arriva troppo tardi, il baobab “ingombra tutto il pianeta”: che cosa può significare nella vita di tutti i giorni? Che cosa può capitare?


Perché non è possibile “rimettere a più tardi il proprio lavoro”, quando ci si trova di fronte ad un


“baobab” o meglio a un “seme di baobab”?


Conclusione (15 minuti)


La classe viene invitata ad ascoltare almeno due volte “A random act of kindness” e, attraverso la guida dell’insegnante, a comprenderne il testo e le immagini a partire dalle seguenti domande: quanto è grande la potenza di una parola e/o di un gesto gentile? Che cosa suggerisce il video?


Ulteriori attività di approfondimento

Si potrebbe chiedere a ogni alunno/a di inventare un gioco/attività, semplice e concreto, che da subito possa contribuire a diffondere gentilezza nei luoghi virtuali che frequenta e che possa fungere da stimolo alla riflessione.


Si può proporre altresì la visione del film “Il piccolo principe”, a casa o in classe (trailer disponibile al seguente link https://youtu.be/pkj1QysO4Uc).


Chi ha già lavorato in classe con questa attività

In questa sezione troverai le esperienze di chi ha lavorato con l'attività proposta attraverso un racconto di foto e video! Prendi spunto, fatti un'idea e se vuoi condividi la tua esperienza con gli altri raccontando com'è andata (se trovi la sezione vuota, apri le danze ;) )