Secondaria 1° grado

I discorsi che hanno fatto la storia

Inclusione Cittadinanza digitale
durata 60  min

Materia

Educazione Civica
Area Storico-Geografica-Filosofica
Area Linguistica

Competenze chiave

Comunicazione nella madrelingua
Comunicazione nelle lingue straniere
Competenze sociali e civiche

Punto/i del Manifesto della comunicazione non ostile

02. Si è ciò che si comunica
07. Condividere è una responsabilità
09. Gli insulti non sono argomenti

Descrizione dell'argomento

Razzismo, discriminazione e rispetto.


Domande fondamentali

• Quanto della nostra cultura, sensibilità e carattere traspaiono dalle parole che usiamo?


• Quanto è importante essere liberi/e di esprimersi ed essere rispettati/e?


Materiali e Fonti

Il Manifesto della comunicazione non ostile

Il Manifesto della comunicazione non ostile e inclusiva

Filmato relativo al discorso “I have a dream” di Martin Luther King

Discorso di Malala Yousafzai alle Nazioni Unite

Video

Svolgimento dell'attività

Introduzione (20 minuti)


L’insegnante introduce il tema attraverso la visione del filmato “I have a dream” e del filmato relativo al discorso di Malala presso le Nazioni Unite.


Attività (35 minuti)


Alunni e alunne sono invitati/e a tradurre i testi e a sottolineare le parole chiave. (15 minuti)


Al termine della traduzione, l’insegnante dà inizio ad un dibattito in merito ai temi caratterizzanti i discorsi, trovando le pertinenze con la propria esperienza personale e sociale. Queste potrebbero essere alcune domande guida: Esiste un problema di sottovalutazione della donna in Italia oggi? Esiste un problema di dignità sociale dell’educazione e dell’insegnamento in Italia oggi? Esiste un problema di razzismo e di discriminazione in Italia oggi? (20 minuti)


Conclusione (5 minuti)


Per concludere il dibattito, l’insegnante farà leggere alla classe il Manifesto della comunicazione non ostile e inclusiva e spiegherà che l’inclusione passa anche attraverso le parole che ciascuno/a sceglie di utilizzare nel proprio quotidiano.


Ulteriori attività di approfondimento

Una volta creato il quiz su Kahoot, potrebbe essere sottoposto anche ad alunni/e di altre classi, allo scopo di raccogliere dati e valutare il livello di consapevolezza circa i vari significati del silenzio. Un ulteriore spunto potrebbe essere quello di utilizzare le situazioni raccontate nel capitolo 10 del libro “Penso parlo posto” e farle diventare un quiz, da sottoporre alla classe.


Chi ha già lavorato in classe con questa attività

In questa sezione troverai le esperienze di chi ha lavorato con l'attività proposta attraverso un racconto di foto e video! Prendi spunto, fatti un'idea e se vuoi condividi la tua esperienza con gli altri raccontando com'è andata (se trovi la sezione vuota, apri le danze ;) )