Secondaria 1° grado
Secondaria 2° grado

Scuole Senza Frontiere. A scuola di web journalism con Medici Senza Frontiere

Consapevolezza e responsabilità Cittadinanza digitale Fonti Fake News Collaborazione

In collaborazione con Medici senza frontiere

durata 60  min

Materia

Educazione Civica
Area Umanistico-Letteraria
Area Linguistica

Competenze chiave

Comunicazione nella madrelingua
Comunicazione nelle lingue straniere
Competenza digitale
Competenze sociali e civiche
Consapevolezza ed espressione culturale

Punto/i del Manifesto della comunicazione non ostile

05. Le parole sono un ponte
07. Condividere è una responsabilità

Descrizione dell'argomento

Scuole senza frontiere è un progetto di school web journalism per studenti di scuole secondarie ai quali si chiede di realizzare una inchiesta di tipo giornalistico su un tema umanitario e sull’azione di Medici Senza Frontiere e quindi di pubblicare un articolo multimediale sul sito www. scuolesenzafrontiere.it. Al progetto è legata una competizione nazionale: ogni anno una giuria composta da giornalisti ed esperti di comunicazione premia i migliori articoli pubblicati dalle scuole.


Domande fondamentali

• Cosa sono le crisi umanitarie?


• Dove sono?


• Chi sono le persone che le vivono?


• Cosa possiamo raccontare di loro?


Materiali e Fonti

Tutorial Ricerca, con indicazioni utili e i consigli su come condurre una inchiesta giornalistica sui temi umanitari e sull’azione di Medici Senza Frontiere.

Tutorial Scrivi, con tutto quel che serve sapere su come scrivere e pubblicare un articolo sul sito Scuole Senza Frontiere.

Svolgimento dell'attività

L’insegnante introduce il tema attraverso la lettura di alcuni passi del libro di Simon Kuper, “Ajax, la squadra del ghetto”. Il lavoro di ricerca giornalistica e redazione degli articoli può essere realizzato singolarmente o in gruppi di studenti. Non non previsti fasi e tempi di lavoro fissi, ma ogni insegnante lo può adattare, prevedendo anche quali attività svolgere in presenza e quali assegnare in modo asincrono.


Un percorso ideale di lavoro dovrebbe tuttavia prevedere:


1. lettura e condivisione del tutorial Ricerca;


2. scelta del tema umanitario;


3. realizzazione della fase di ricerca;


4. presentazione della ricerca;


5. lettura e condivisione del tutorial Scrivi;


6. redazione dell’articolo; 7. revisione finale dell’articolo;


8. pubblicazione dell’articolo.


A supporto della fase di ricerca, per scegliere il tema umanitario su cui lavorare oppure per approfondire la conoscenza di un tema si suggerisce di fare un lavoro di analisi di come si parla di crisi umanitarie nei principali organi di informazione e sui social: quali sono le parole più utilizzate, quali immagini, che tipo di informazioni prevalgono? Si tratta sempre di informazioni verificabili e complete?


Durante questa fase è consigliata una riflessione sul principio 2 del Manifesto della comunicazione non ostile, guidato da alcune domande: cosa significa che le parole danno forma al pensiero secondo te? sei d’accordo con questa affermazione? che immagine emerge delle crisi umanitarie dalle ricerche che hai fatto? pensi che sia esaustiva della realtà o che sia solo parziale o addirittura manipolata? come possiamo verificare se una informazione è una fake news? A supporto della fase di redazione e pubblicazione dell’articolo si suggerisce di dedicare tempo alla verifica delle informazioni, dati, media e fonti presenti.


Questa fase è importante e può essere l’occasione per riflettere sul principio 7 del Manifesto della comunicazione non ostile: Condividere è una responsabilità. In questo caso la responsabilità è degli autori dell’articolo: le parole, le immagini e tutti i contenuti devono essere valutati e compresi bene prima di essere pubblicati, perché una volta pubblicati “diventano” loro. Anche in questo caso si può avviare una riflessione sul principio del manifesto e quindi una verifica delle parole, immagini e altri contenuti scelti per l’articolo. Sono quelle giuste per il messaggio che vuoi dare?


Ulteriori attività di approfondimento

La partecipazione al progetto è aperta anche a singoli studenti, che vogliano pubblicare in autonomia un articolo.


Chi ha già lavorato in classe con questa attività

In questa sezione troverai le esperienze di chi ha lavorato con l'attività proposta attraverso un racconto di foto e video! Prendi spunto, fatti un'idea e se vuoi condividi la tua esperienza con gli altri raccontando com'è andata (se trovi la sezione vuota, apri le danze ;) )