Primaria
Secondaria 1° grado
Secondaria 2° grado

Parole senza senso

Emozioni Social Consapevolezza e responsabilità Web reputation /identità online Inclusione Cittadinanza digitale Cyberbullismo - bullismo Conflitto Costituzione Collaborazione Hate Speech

Le “Parole ostili” hanno una radice nell’impulso della rabbia, che è un’emozione intensa, legata ad un sentimento di ingiustizia, all’aver subito un danno o all’essere in pericolo, ma molto spesso questo non è reale. Le reazioni che provoca la rabbia sono spesso incontrollabili e si esplicitano in violenza verbale o fisica. La “parolaccia” è il fenomeno più immediato, ma i pensieri di odio nei social sia di tipo personale, sia in questioni politiche o per commettere abusi verso persone più deboli o attaccare “i potenti” si esplicitano in vero e proprio eccesso che distrugge la civiltà e la Pace. Il bullismo o il cyberbullismo nei social è una forma di esplicitazione della frustrazione di chi non sa gestire le proprie emozioni. Quello che è davvero sorprendente è che persino persone in possesso di laurea e cultura si lascino andare in attacchi insensati pieni di livore trasformato in violenza verbale insensata che viene fuori nel linguaggio senza limiti e rispetto per la dignità delle persone. La trivialità viene però usata da tutti, purtroppo. Per evitare che questo accada da “bambini” io propongo la Musica come terapia : il primo impulso sia trasformato in fonemi, poi in Musica e infine in poesia che tenga a freno la rabbia sublimandola in “suono” divertente e poi in narrazione musicale. 

durata 120  min

Materia

Educazione Civica
Area Umanistico-Letteraria
Area Linguistica
Area Artistico-Espressiva

Competenze chiave

Comunicazione nella madrelingua
Comunicazione nelle lingue straniere
Competenza digitale
Imparare a imparare
Competenze sociali e civiche
Spirito di iniziativa
Consapevolezza ed espressione culturale

Punto/i del Manifesto della comunicazione non ostile

01. Virtuale è reale
02. Si è ciò che si comunica
03. Le parole danno forma al pensiero
04. Prima di parlare bisogna ascoltare
05. Le parole sono un ponte
06. Le parole hanno conseguenze
07. Condividere è una responsabilità
08. Le idee si possono discutere.Le persone si devono rispettare
09. Gli insulti non sono argomenti
10. Anche il silenzio comunica

Descrizione dell'argomento

Obiettivi:


1- Fare Musica;


2- Fare poesia e ritmica;


3- Usare didattica creativa; per contrastare la PRATICADELLE “PAROLE OSTILI”, del


    linguaggio permeato di odio e cattiveria nei social e in tutte  le forme di bullismo e prevaricazione;


4- Imparare a usare i contenuti promossi dal MANIFESTO della COMUNICAZIONE NON OSTILE;


5- AMARE LA VITA PROPRIA e DI TUTTI : Il senso civico come valore materiale e  spirituale.


Domande fondamentali

I fonemi non parola sono già comunicazione ?


La Musica delle parole nasce dal cuore ?


Le parole che diventano Musica sono Buona comunicazione ?


I fonemi usati in musica possono emozionare ?


Materiali e Fonti

• Smartphone / Tablet / PC

Parole senza senso in 1C alla

la base musicale del brano “Parole senza senso” pubblicata da Giuseppe Matarrese

• App di registrazione Audio/Video in periferiche mobili

Parole senza senso in 1F alla

• “Audacity” software gratuito di registrazione audio

• “Audacity” software gratuito di registrazione audio

• “Openshot” software gratuito per montaggio video in PC

Svolgimento dell'attività


  1. Scegliere una base rap o crearla con montaggi audio (collage audio) ; 

  2. Chiedere ad ogni alunno di crerare una sequenza di “fonemi” improvvisati in base al ritmo del brano scelto e registrarli in solo audio o video ma senza far sentire nella registrazione la base scelta (L’esecutore deve registrare avendo in cuffia il brano, ma registrare su altra periferica). 

  3. In caso di registrazione video o di uso delle immagini dei ragazzi, in quanto minorenni è necessario acquisire le autorizzazioni dei tutori/genitori . Io ho preferito chiedere ai ragazzi di crearsi un AVATAR usando delle App a piacere o disegnare il proprio volto in maniera simbolica. 

  4. Raccogliere i lavori in unica cartella 

  5. Montare il video usano “Openshot” o audio usando “Audacity” 

  6. Pubblicatelo ! 


E’ auspicabile che prima di avviare il lavoro ci sia una discussione su un evento accaduto nella propria scuola o di cui si è a conoscenza in cui ci sia stata una chiara evidenza di uso di PAROLE OSTILI o azioni scorrette. 


Dopo una attività di scrittura dei testi in forma libera o con metrica assegnata si può procedere al montaggio. Il prodotto finale rimarrà come testimonianza acustica e/o video di esperienza vissuta da cui trarre insegnamento. Se volete usare il mio brano “Parole senza senso” ne sarò ben lieto. Si può utilizzare la base musicale avendo l’accortezza di inserire nel video il codice di registrazione con questa scritta: Uso della base autorizzata dall’autore “Parole senza senso “ · Giuseppe Matarrese Parole senza senso ℗ 818752 Records DK ma sono certo che sarete molto più bravi di me creando la vostra base e il vostro testo fatto di “fonemi di gioia” e di “Parole senza senso” se non quello del cuore, fatto di PACE !


NOTA BENE: NON SI VINCE NULLA, TRANNE LA SODDISFAZIONE DI – AVER LAVORATO E GIOCATO CON POESIA E MUSICA; – AVER CERCATO DI MIGLIORARE IL MONDO. Buon divertimento ! Giuseppe Matarrese Giumà



Ulteriori attività di approfondimento

Si può utilizzare la base musicale del brano “Parole senza senso” pubblicata da Giuseppe Matarrese avendo l’accortezza di inserire nel video il codice di registrazione


con questa scritta:


Uso della base autorizzata dall’autore


Parole senza senso · Giuseppe Matarrese


Chi ha già lavorato in classe con questa attività

In questa sezione troverai le esperienze di chi ha lavorato con l'attività proposta attraverso un racconto di foto e video! Prendi spunto, fatti un'idea e se vuoi condividi la tua esperienza con gli altri raccontando com'è andata (se trovi la sezione vuota, apri le danze ;) )