fbpx
Secondaria 2° grado

Mobilità elettrica e fake news

Fake News Sostenibilità
    • Sostenibilità
    • Fake news
    • Educazione Civica
    • Area Umanistico-Letteraria
    • Area Professionale-Aziendale
    • Area Scientifica-Tecnologica Matematico
    • Spirito di iniziativa
    • Competenza matematica e competenze di base in scienza e tecnologia
    • Imparare a imparare
    • Consapevolezza ed espressione culturale
    • Comunicazione nella madrelingua
    • 07. Condividere è una responsabilità
    • Conosco i vantaggi della mobilità elettrica?

      So “smontare” le fake news circa la mobilità elettrica?

Svolgimento
120'
  • Dividi la classe in 6/8 gruppi

    L’insegnante divide la classe in gruppi da 6-8 persone. Se l’attività si svolge online creerà delle apposite break-out room per ogni gruppo. Per cominciare, l’insegnante descrive lo scenario che da vita al gioco di ruolo:

    “Siete i dipendenti di una grande azienda automobilistica.

    Il mondo intero non può ignorare la crisi climatica e la necessità improrogabile di decarbonizzare la mobilità e ridurre le emissioni inquinanti per salvaguardare la salute dei cittadini e gli equilibri ambientali. L’amministratore delegato ha incaricato un gruppo di lavoro formato da diversi esperti/e per trovare la modalità di lanciare il vostro prodotto di punta: un’automobile elettrica. Dovete prima di tutto trovare tutti i punti di forza della vostro prodotto e elencarli, quindi trovare uno slogan per lanciarla sul mercato da presentare all’amministratore delegato entro un’ora.” 

  • I gruppi di lavoro iniziano i lavori, confrontando le proprie idee. 

    L’insegnante ricorda a tutti i gruppi di rispettare gli obiettivi:

    • definire tutti i punti di forza dell’automobile elettrica (si può suggerire di attingere alle proprie conoscenze in merito e cercare in Rete) 
    • definire lo slogan di lancio 

    Se il lavoro si svolge online può inviare le consegne in chat in modo che i ragazzi/e li abbiano sempre a disposizione. 

    Inoltre l’insegnante comunica che ai gruppi che 

    “Per sopraggiunti impegni dell’amministratore delegato il gruppo ha a disposizione solo 30 minuti per concludere il proprio lavoro”.

  • Comunica nuove varianti al gioco

    Dopo circa 15 minuti, l’insegnante interrompe i lavori di gruppo e comunica l’arrivo di una notizia dell’ultimo minuto che si sta diffondendo pericolosamente su tutti i social e viene rilanciata dalle varie testate giornalistiche. 

    L’insegnante può scegliere tra le opzioni seguenti inserite nei materiali (o simili) assegnando una a ogni gruppo casualmente oppure in base alla discussione che si sta svolgendo nel gruppo, in modo da mettere alla prova la gestione dello stress e dell’imprevisto del gruppo stesso: 

     

    “Esperto afferma che le auto elettriche non servono a nulla: le nostre città continueranno comunque a emettere enormi quantitativi di CO2”

    “Rinomato istituto di ricerca sostiene che le batterie delle auto elettriche non sono facilmente smaltibili: sono pericolose per l’ambiente!”

    “Attenzione! Rete elettrica in tilt e rischio blackout se i cittadini possedessero auto elettriche da ricaricare”

    “Comprare un’auto elettrica e poi non sapere dove ricaricarla: in Italia carenza di colonnine per la ricarica” 

    “Famoso pilota afferma che guidare un’auto elettrica non è divertente: le auto tradizionali hanno prestazioni di guida migliori!” 

    “Noto influencer e travel blogger dichiara che non comprerà mai un’auto elettrica perchè ha poca autonomia e tempi di ricarica lunghi”

     

    L’insegnante comunica che il gruppo ha altri 20 minuti di tempo per informarsi circa la notizia, identificare se si tratta di una fake news e rivedere l’efficacia del proprio slogan alla luce delle notizie dell’ultima ora diffuse online. 

    Qui un breve schema per aiutarti ad individuare le fake news

  • Allo scadere del tempo, l’insegnante assume il ruolo dell’Amministratore Delegato che deve valutare le proposte di ogni gruppo, facendo le opportune domande e/o obiezioni. Prima di avviare le singole presentazioni ricorda che ogni gruppo deve:

    • presentare lo slogan elaborato
    • mostrare come lo slogan faccia emergere i punti di forza che sono stati della mobilità elettrica individuati
    • evidenziare come lo slogan possa essere efficace rispetto alle notizie che stanno circolando. 

    È importante far emergere in questa fase la motivazione delle scelte compiute dal gruppo e come l’imprevisto e l’approfondimento su alcuni temi abbia più o meno influito sulle decisioni.

    Qui un breve schema per aiutarti ad individuare le fake news.

  • L’insegnante invita la classe a analizzare gli slogan per scegliere il più convincente, attraverso la compilazione di una SWOT Analysis, ovvero di una tabella in cui appuntare in modo molto schematico i punti di forza e di debolezza, le opportunità e i rischi connessi a ogni slogan. A seguito dell’analisi si avvia la discussione per scegliere lo slogan migliore, oppure si può approdare a un nuovo slogan frutto dell’unione di più proposte o l’elaborazione delle stesse. 

     

    SWOT è l’acronimo che nasce dall’unione di quattro parole inglesi:

    Strenghts – punti di forza

    Weaknesses – punti di debolezza

    Opportunities – opportunità

    Threats – minacce

    Hai completato l'attività? Inviaci la tua valutazione, entra ufficialmente nella community! 

    La tua opinione è importante, ci permette di rafforzare la community di #paroleostili e  migliorare l’esperienza didattica. 
    Compila il form ogni volta che hai completato l’attività con una delle tue classi. Grazie ❤️

    Chi ha già lavorato in classe con questa attività

    In questa sezione troverai le esperienze di chi ha lavorato con l'attività proposta attraverso un racconto di foto e video! Prendi spunto, fatti un'idea e se vuoi condividi la tua esperienza con gli altri raccontando com'è andata (se trovi la sezione vuota, apri le danze ;) )