fbpx
Secondaria 2° grado

Le parole di Hitler

Influencer Cittadinanza digitale Emozioni Hate Speech
    • Cittadinanza digitale
    • Influencer
    • Emozioni
    • Hate speech
    • Educazione Civica
    • Area Storico-Geografica-Filosofica
    • Comunicazione nella madrelingua
    • Comunicazione nelle lingue straniere
    • Competenze sociali e civiche
    • Spirito di iniziativa
    • Consapevolezza ed espressione culturale
    • 03. Le parole danno forma al pensiero
    • • Qual è la reazione emotiva che una parola può suscitare?

      • Cosa vuol dire appartenere a un gruppo?

      • In che modo le parole che utilizziamo per definire noi stessi/e e gli/le altri/e sono in grado di dividere o di unire?

Svolgimento
60'
  • Leggi il testo

    Lettura di passi scelti dei discorsi di Hitler, in particolare tra quelli precedenti la presa del potere nel 1933, e sottolineatura delle parole chiave, distinguendo tra quelle “positive” e quelle “negative”.

  • Analizza il testo

    L’insegnante guida il dialogo, volto a mettere in mostra il modo in cui, nei discorsi sopracitati, viene marcata una differenza tra “noi” e “loro” attraverso l’utilizzo di un preciso repertorio di parole chiave. Questo accade proprio nel momento stesso in cui si afferma esplicitamente che il Nazismo tende invece a creare l’unione e l’armonia di tutto il popolo tedesco.

    Oltre a ciò Hitler, mentre propone una visione della nazione che vuole essere valida per tutti/e, individua precisi requisiti che l’individuo deve per forza rispettare. Va sottolineata l’insistenza con cui, attraverso precise espressioni e definizioni, le principali forze della Repubblica di Weimar vengono identificate come le responsabili uniche della presente situazione del paese.

    Come esercizio, la classe può cercare di individuare le parole ed espressioni volte a creare un’identificazione nell’uditorio.

  • Guarda il film “L’onda” di Dennis Gansel (2008)

    Si potrebbe proporre ad allievi e allieve la visione del film “L’onda” (in classe o a casa): ne può scaturire una discussione, guidata dall’insegnante, attraverso cui analizzare il modo in cui il linguaggio utilizzato tende a creare una dinamica di gruppo e ad escludere gli/le altri/e.

    Alunni e alunne potrebbero altresì produrre un elaborato nel quale riflettere su come e dove, nel mondo odierno, si possono ritrovare certe dinamiche messe in atto dal Nazismo e in qualche modo replicate successivamente nell’esperimento sociale che sta alla base del film.

    Studenti e studentesse dovranno anche ipotizzare un modo di utilizzare la parola che possa fare da argine a questo tipo di dinamica.

    Hai completato l'attività? Inviaci la tua valutazione, entra ufficialmente nella community! 

    La tua opinione è importante, ci permette di rafforzare la community di #paroleostili e  migliorare l’esperienza didattica. 
    Compila il form ogni volta che hai completato l’attività con una delle tue classi. Grazie ❤️

    Chi ha già lavorato in classe con questa attività

    In questa sezione troverai le esperienze di chi ha lavorato con l'attività proposta attraverso un racconto di foto e video! Prendi spunto, fatti un'idea e se vuoi condividi la tua esperienza con gli altri raccontando com'è andata (se trovi la sezione vuota, apri le danze ;) )