Secondaria 2° grado

Le parole creano, le parole distruggono

Consapevolezza e responsabilità Cittadinanza digitale Cyberbullismo Hate Speech

La forza di un linguaggio non ostile.

durata 60  min

Materia

Educazione Civica
Area Umanistico-Letteraria
Area Artistico-Espressiva

Competenze chiave

Comunicazione nella madrelingua
Competenza digitale
Imparare a imparare
Competenze sociali e civiche
Spirito di iniziativa
Consapevolezza ed espressione culturale

Punto/i del Manifesto della comunicazione non ostile

01. Virtuale è reale
05. Le parole sono un ponte
06. Le parole hanno conseguenze
09. Gli insulti non sono argomenti

Domande fondamentali

• Pensiamo davvero a ciò che scriviamo quando siamo online, alle conseguenze di ogni frase, di ogni singola parola?

• Conosciamo gli effetti della condivisione in Rete?


Materiali e Fonti

Il Manifesto della comunicazione non ostile

Parole Ostili - 10 racconti

Video “Io sono Lisa”

Rap “Gli insulti non sono argomenti”

Calendario Non Ostile

Lavoro multimediale “Thirteen Reasons Why”

Svolgimento dell'attività

Introduzione (30min.)


Ascolto del rap “Gli insulti non sono argomenti”. (5 minuti)

Visione del video “Io sono Lisa”. (10 minuti)

Condivisione di articoli sull’argomento trovati sul web (lavoro fatto precedentemente a casa). (15minuti)


Attività (30 min.)


Attività laboratoriale a scelta da svolgere in gruppo:

– Elaborare un testo condiviso sulla base delle ricerche svolte;

– Ideare una breve performance in cui simulare cause ed effetti di una comunicazione ostile (online oppure offline);

– Scegliere delle canzoni sulla tematica per creare una playlist su Spotify;

– Creare un account di classe su Instagram e postare foto e storie sul tema, sulla giornata e sul suo significato.


Ulteriori attività di approfondimento

• Le attività possono essere svolte individualmente o in gruppo.

• Guardare l’App Non Ostile e/o il lavoro multimediale “Thirteen Reasons Why” e, se possibile, guardare anche qualche puntata della serie su Netflix per poi elaborare un proprio lavoro multimediale sul tema “Virtuale è reale” e le conseguenze delle nostre parole online.

• Guardare il Calendario Non Ostile e svolgere alcune delle challenges proposte.

• Leggere il primo racconto del libro “Parole Ostili. 10 Racconti” ed elaborare un breve testo perrispondere a questa domanda: “Ti risulta più facile condividere online oppure offline? In che modo lo fai?”

• Ricercare e/o scattare foto sul tema “Virtuale è reale” e creare delle storie accompagnate da sottofondo musicale da postare sull’account Instagram personale o di classe.


Chi ha già lavorato in classe con questa attività

In questa sezione troverai le esperienze di chi ha lavorato con l'attività proposta attraverso un racconto di foto e video! Prendi spunto, fatti un'idea e se vuoi condividi la tua esperienza con gli altri raccontando com'è andata (se trovi la sezione vuota, apri le danze ;) )