Secondaria 2° grado

Le parole che ci uniscono

Inclusione Cittadinanza digitale
    • Cittadinanza digitale
    • Inclusione
    • Educazione Civica
    • Area Umanistico-Letteraria
    • Comunicazione nella madrelingua
    • Competenza digitale
    • Competenze sociali e civiche
    • Consapevolezza ed espressione culturale
    • 09. Gli insulti non sono argomenti
    • • Quali parole utilizzo per favorire l’inclusione?

      • Quanto, nella mia comunicazione online e offline, utilizzo parole meditate?

      • Sono capace di praticare un ascolto paziente?

      • Come faccio ad assumermi la responsabilità di ciò che condivido?

      • So accogliere e valorizzare opinioni diverse dalle mie?

Svolgimento
120'
  • Lettura del Manifesto della comunicazione non ostile e inclusiva; lettura di alcuni articoli, letture e spunti sul tema dell’inclusione scelti dall’insegnante.

    L’insegnante assegna alla classe la visione per casa della “Presentazione del Manifesto della comunicazione non ostile e inclusiva”, con particolare focus sui principi 2, 3, 4, 7, 8. Qualora fosse necessario, si può prevedere un approfondimento in classe sul concetto di inclusione.

    L’insegnante avvia quindi una discussione guidata a partire dalle seguenti domande (i contributi degli/delle ospiti della “Presentazione del Manifesto della comunicazione non ostile e inclusiva” possono essere un valido spunto per aiutare e orientare il confronto):

    • Quali parole utilizzo per favorire l’inclusione?
    • Quanto, nella mia comunicazione online e offline, utilizzo parole meditate?
    • Sono capace di praticare un ascolto paziente?
    • Come faccio ad assumermi la responsabilità di ciò che condivido?
    • So accogliere e valorizzare opinioni diverse dalle mie?
  • Crea un video

    L’insegnante suddivide la classe in 5 gruppi, uno per ogni principio citato precedentemente: il compito di ogni gruppo è quello di ricreare una propria versione della presentazione del Manifesto della comunicazione non ostile e inclusiva.

    A supporto e spiegazione del principio assegnato, possono essere realizzate mini interviste, clip e/o il prodotto che si ritiene più idoneo a veicolare il punto di vista del gruppo rispetto ai contenuti oggetto del principio stesso. L’importante è che da ogni contributo emerga il punto di vista del gruppo rispetto al tema dell’inclusione. Esattamente come nella presentazione originale, ciascuno dei prodotti deve concludersi con una parola, che, a detta del gruppo, sia esplicativa del concetto.

  • Crea un clip

    Le clip dei vari gruppi possono poi essere unite, generando un contenuto di classe che potrà essere diffuso attraverso il sito web della scuola, eventuali profili social della classe, e condiviso con l’Associazione Parole O_Stili.


Segui il percorso completo
Chi ha già lavorato in classe con questa attività

In questa sezione troverai le esperienze di chi ha lavorato con l'attività proposta attraverso un racconto di foto e video! Prendi spunto, fatti un'idea e se vuoi condividi la tua esperienza con gli altri raccontando com'è andata (se trovi la sezione vuota, apri le danze ;) )