Secondaria 2° grado

La matematica non è un’opinione

Consapevolezza e responsabilità Cittadinanza digitale
durata 60  min

Materia

Educazione Civica
Area Scientifica-Tecnologica Matematico

Competenze chiave

Competenza matematica e competenze di base in scienza e tecnologia
Competenze sociali e civiche

Punto/i del Manifesto della comunicazione non ostile

01. Virtuale è reale

Descrizione dell'argomento

Modelli teorici: una cosa non reale come la matematica può aiutarci a risolvere problemi concreti


Domande fondamentali

• Cos’è un modello matematico?


• Un modello matematico, come tale, non è reale, eppure risolve problemi concreti e molto “reali”. Vi vengono in mente alcuni esempi?


• Cos’è un triangolo? È reale? Cos’è un “numero reale”? Al di là del nome, possiamo definire “reale” un tale numero? La retta reale è un modello della realtà?


• I modelli statistici. Cos’è l’analisi di regressione? Quali informazioni ci fornisce un’indagine statistica?


• Come fa un modello virtuale (come di fatto è la matematica) ad avere un impatto così dirompente sul mondo reale? Allo stesso modo, il linguaggio che usiamo nel mondo virtuale può avere effetti dirompenti sul mondo reale: ti vengono in mente alcuni esempi? Hai qualche esperienza personale da raccontare?


Materiali e Fonti

Il Manifesto della comunicazione non ostile

Libri di testo di matematica

Siti web riguardanti i modelli matematici (si veda ad esempio “Alfio Quarteroni”)

Quotidiani o pagine web con episodi di cronaca in cui le parole online hanno avuto conseguenze
concrete (anche drammatiche).

Svolgimento dell'attività

Introduzione e attività (60 minuti)


Introduzione alla lezione attraverso la definizione di modello matematico, una cosa non reale. (10 minuti)


Proposta di esempi di modelli matematici (possono essere di tipo fisico, biologico, medico, statistico o matematico astratto). (10 minuti)


Confronto su come un modello virtuale possa essere fondamentale nella risoluzione di problemi concreti e parallelismo con quanto accade nel campo della comunicazione virtuale, dove una parola può avere conseguenze concrete (anche drammatiche) nella realtà. (40 minuti).


Attività (121 minuti)


Visione integrale del film “Tonya”: durante la visione i/le ragazzi/e sono liberi/e di postare con il proprio device (smartphone, tablet, notebook) brevi commenti alle vicende narrate dal film, ognuno dal punto di vista di chi sta impersonando. Utilizzando l’applicativo Padlet ognuno/a potrà leggere in tempo reale il pensiero dei/delle compagni/e. Ogni tipologia di commentatore/ commentatrice sarà contraddistinta dal colore dei post (ad esempio i post di Tonya Harding saranno tutti gialli, ecc.).


Ulteriori attività di approfondimento

Gli allievi e le allieve sono invitati/e a proseguire l’approfondimento a casa attraverso uno dei seguenti esercizi, che possono essere assegnati in modo da coprire tutte le tematiche di seguito elencate:


» Individuare l’utilizzo di semplificazioni, schemi e altre forme di rappresentazione della realtà nelle varie materie di studio;


» Cercare nel web o sui libri esempi di modelli matematici;


» Cercare ed esemplificare situazioni in cui alcune affermazioni relative a questioni importanti (ad esempio la questione vaccinazioni) sono state causate da modelli statistici errati o impostati in modo non corretto;


» Cercare ed esemplificare situazioni in cui affermazioni fatte in un contesto virtuale hanno creato effetti rilevanti nel mondo reale.


Chi ha già lavorato in classe con questa attività

In questa sezione troverai le esperienze di chi ha lavorato con l'attività proposta attraverso un racconto di foto e video! Prendi spunto, fatti un'idea e se vuoi condividi la tua esperienza con gli altri raccontando com'è andata (se trovi la sezione vuota, apri le danze ;) )