Secondaria 2° grado

La lezione del silenzio

Emozioni Consapevolezza e responsabilità Cittadinanza digitale

In collaborazione con Telefono azzurro



durata 60  min

Materia

Educazione Civica
Area Umanistico-Letteraria
Area Sportivo-Motoria

Competenze chiave

Comunicazione nella madrelingua
Imparare a imparare
Competenze sociali e civiche

Punto/i del Manifesto della comunicazione non ostile

05. Le parole sono un ponte
06. Le parole hanno conseguenze
10. Anche il silenzio comunica

Descrizione dell'argomento

In una lezione successiva, i/le ragazzi/e saranno invitati/e a confrontarsi sull’esperienza vissuta.


Domande fondamentali

• Conosci la dimensione del silenzio o per te è un’esperienza sconosciuta?


• Se sì, quando hai l’opportunità di viverla?


• Pensi che sia un’esperienza utile o improduttiva?


• Se serve, a cosa serve fare silenzio?


• Quali sono gli ostacoli maggiori che incontri nel vivere quest’esperienza?


• Il silenzio ti fa paura? Perché?


• Sei d’accordo sul fatto che il silenzio serve a trovare le parole?


Materiali e Fonti

Il Manifesto della comunicazione non ostile

Racconto “Dead End” di Simona Vinci (da “Parole Ostili. 10 racconti”, Editori Laterza, a cura di Loredana Lipperini, 2018)

“L’esperienza del silenzio” di Tiziano Terzani

Svolgimento dell'attività

Introduzione e attività (60 minuti)


All’inizio della lezione, in un luogo ampio come la palestra, ai/alle ragazzi/e viene proposto di guardare insieme il breve video di Tiziano Terzani dedicato all’esperienza del silenzio; al termine viene consegnata a ciascuno/a una copia del racconto di Simona Vinci e vengono invitati/e a leggerlo ognuno/a per conto proprio, individuando la posizione/postura più adatta; fino alla fine dell’ora ognuno/a può camminare in palestra (o in cortile/giardino, se l’istituto ne ha uno a disposizione) e meditare su quanto ascoltato e letto. Il/la docente detterà delle regole molto chiare: non è consentito parlare né usare il cellulare. Ai/alle ragazzi/e viene chiesto di appuntarsi su un foglio, che non dovrà essere consegnato, com’è stata l’esperienza del silenzio vissuta, se è stato faticoso all’inizio entrare in quella dimensione, se è stato utile per organizzare i pensieri e/o generare idee nuove.


Ulteriori attività di approfondimento

In una lezione successiva, i/le ragazzi/e saranno invitati/e a confrontarsi sull’esperienza vissuta.


Chi ha già lavorato in classe con questa attività

In questa sezione troverai le esperienze di chi ha lavorato con l'attività proposta attraverso un racconto di foto e video! Prendi spunto, fatti un'idea e se vuoi condividi la tua esperienza con gli altri raccontando com'è andata (se trovi la sezione vuota, apri le danze ;) )