Secondaria 2° grado

Genialità o follia?

Inclusione Consapevolezza e responsabilità Cittadinanza digitale
durata 60  min

Materia

Educazione Civica
Area Umanistico-Letteraria

Competenze chiave

Comunicazione nella madrelingua
Imparare a imparare
Competenze sociali e civiche
Consapevolezza ed espressione culturale

Punto/i del Manifesto della comunicazione non ostile

08. Le idee si possono discutere.Le persone si devono rispettare

Descrizione dell'argomento

Genio o follia?


Domande fondamentali

• È giusto considerare alcune espressioni e manifestazioni caratteriali bizzarre e fuori dagli schemi come follia?


• Cos’è normalità e cos’è follia o genio?


• Chi dimostra un senso per le novità fuori dal comune è fuori dal tempo o precorre i tempi?


Materiali e Fonti

Il Manifesto della comunicazione non ostile

Il Manifesto della comunicazione non ostile e inclusiva

“Orlando Furioso”, Ariosto

“Alice nel paese delle meraviglie” di Lewis Carroll

“Lettera a Theo”, Van Gogh

“Il cavaliere inesistente” di Italo Calvino

“Don Chisciotte della Mancia” di Miguel de Cervantes

“Amleto” di William Shakespeare

Aforismi e massime sulla follia

Svolgimento dell'attività

Introduzione (10 minuti)


L’insegnante introduce l’argomento presentando il progetto di Parole O_Stili, con particolare riferimento al punto 8 del Manifesto della comunicazione non ostile, per ricollegarsi al fatto che in diverse epoche letterati/e, scienziati/e, artisti/e sono stati/e ritenuti/e folli e per questo osteggiati/e, colpiti/e e denigrati/e, nonostante le intuizioni geniali che hanno avuto e le cose fuori dal comune che hanno fatto.


Attività (50 minuti)


L’insegnante accompagna la classe in un “viaggio nella follia” attraverso alcuni esempi letterari (“Don Chisciotte”, “Amleto”, “Alice nel Paese delle Meraviglie”, “Il cavaliere Inesistente”, vedi “Fonti”), approfonditi partendo da una presentazione o da una citazione (l’ideale sarebbe poterlo fare con linguaggi diversificati: una slide con una citazione, lo spezzone di un film, il video di una rappresentazione teatrale, un quadro, un albo illustrato. Ecco un esempio di clip http://tiny.cc/clipanim ). (20 minuti)


In conclusione l’insegnante può avviare una discussione sui casi letterari affrontati e una riflessione sui giudizi a volte troppo frettolosi che esprimiamo sugli/sulle altri/e, su opinioni e punti di vista diversi da rispettare e approfondire e da non individuare come nemici da colpire. (30 minuti)


Ulteriori attività di approfondimento

• Lettura e analisi di vari passi e brani riguardanti la follia, tratti da opere e autori studiati in letteratura (Ariosto, Cervantes, Shakespeare) e confrontati con altri autori e opere più recenti o con biografie di artisti e anche cantanti contemporanei (Van Gogh, Caparezza).


• Dopo alcune lezioni di dibattito e confronto, gli/le studenti/studentesse saranno invitati/e a comporre un saggio breve basandosi sui brani e documenti analizzati collettivamente.


• Le citazioni più interessanti tratte dai vari testi scritti dai/dalle ragazzi/e saranno inserite in un manifesto su genio e follia che verrà affisso in classe o su una bacheca virtuale.


Chi ha già lavorato in classe con questa attività

In questa sezione troverai le esperienze di chi ha lavorato con l'attività proposta attraverso un racconto di foto e video! Prendi spunto, fatti un'idea e se vuoi condividi la tua esperienza con gli altri raccontando com'è andata (se trovi la sezione vuota, apri le danze ;) )