Secondaria 2° grado

Essere o non essere (in Rete)?

Fake News Consapevolezza e responsabilità Cittadinanza digitale Web reputation /identità online Social
durata 60  min

Materia

Educazione Civica
Area Umanistico-Letteraria

Competenze chiave

Competenza digitale
Imparare a imparare
Competenze sociali e civiche
Spirito di iniziativa

Punto/i del Manifesto della comunicazione non ostile

02. Si è ciò che si comunica

Descrizione dell'argomento

Essere se stessi è una modalità utile o conviene crearsi una identità diversa e più “comoda”?


Domande fondamentali

• Quanto è importante essere davvero se stessi/e in Rete e non mostrare un’identità costruita?


• Quanto è pericoloso crearsi un’identità che ci rappresenta diversamente e che può essere facilmente scoperta?


Materiali e Fonti

Il Manifesto della comunicazione non ostile

Profili di @iddio e @insopportabile, account conosciuti e verificati che non sono identificati con nome e cognome

Profili di @iddio e @insopportabile, account conosciuti e verificati che non sono identificati con nome e cognome

Articoli sul tema, come ad esempio ”Fenomeno fake: l’invasione degli utenti falsi, dalla politica social al dating online”

Svolgimento dell'attività

Introduzione (20 minuti)


L’insegnante introduce il Manifesto della comunicazione non ostile, con un focus sul principio 2. Collegato a ciò, introduzione del concetto di account fake e di quelli parodia.


Attività (40 minuti)


Si procede con la lettura di alcuni post presenti sulle pagine Twitter e Facebook di politici reali e di account parodia, focalizzandosi sulle conversazioni scaturite da questi. (15 minuti)


Seguirà commento e discussione dei post appena letti. (10 minuti)


Verrà quindi avviato un dibattito e confronto sull’utilità di avere un’identità in Rete che, in ogni caso, non sarà mai completamente anonima. (15 minuti)


Ulteriori attività di approfondimento

Si può proporre ad allievi e allieve la stesura di un testo di considerazioni sul tema “Essere se stessi in Rete o nascondersi dietro un profilo anonimo”.


Si può chiedere inoltre a ciascuno/a di leggere un post a scelta di un politico/personaggio e delle conversazioni ostili da esso originate, riportando poi i propri commenti in un testo. Studenti e studentesse possono altresì realizzare delle ricerche sui social, portando in classe esempi di post o tweet di identità costruite e di identità reali. Tali spunti possono essere utilizzati per la discussione in classe, allo scopo di fornire maggiori informazioni per rispondere alle domande fondamentali.


Chi ha già lavorato in classe con questa attività

In questa sezione troverai le esperienze di chi ha lavorato con l'attività proposta attraverso un racconto di foto e video! Prendi spunto, fatti un'idea e se vuoi condividi la tua esperienza con gli altri raccontando com'è andata (se trovi la sezione vuota, apri le danze ;) )