Secondaria 2° grado

Comunic-AZIONI

Consapevolezza e responsabilità Cittadinanza digitale

In  collaborazione con Pepita Onlus e Fondazione Carolina

durata 60  min

Materia

Educazione Civica
Area Umanistico-Letteraria
Area Artistico-Espressiva

Competenze chiave

Comunicazione nella madrelingua
Competenza digitale
Imparare a imparare
Competenze sociali e civiche
Consapevolezza ed espressione culturale

Punto/i del Manifesto della comunicazione non ostile

01. Virtuale è reale

Descrizione dell'argomento

Abitare (e comunicare) consapevolmente nel mondo digitale


Domande fondamentali

• Quanto tempo dedico alla “cura” di quello che posto, scrivo, pubblico sui social network?


• Vivo le discussioni in Rete come qualcosa di estraneo al face to face? Perché?


Materiali e Fonti

Il Manifesto della comunicazione non ostile

“Il Piccolo Principe”, di Antoine De Saint-Exupéry, in particolare il testo sulla cura della rosa.

Realizzare in anticipo un gioco dell’oca partendo, ad esempio, da questo (5-6 copie da consegnare in aula per l’attività) e riportando, su ogni casella, una parola che abbia a che fare con il mondo della comunicazione sia reale che virtuale/digitale.

Un post-it per ogni studente come pedina (far scrivere il nome)

Un dado per ogni gruppo

Svolgimento dell'attività

Introduzione (20 minuti) Introduzione al progetto Parole Ostili. (10 minuti)


Condivisione delle domande fondamentali. (5 minuti)


Lettura del brano scelto da “Il Piccolo Principe”: “Voi siete belle, ma siete vuote”, disse ancora. “Non si può morire per voi. Certamente, un qualsiasi passante crederebbe che la mia rosa vi rassomigli, ma lei, lei sola, è più importante di tutte voi, perché è lei che ho innaffiato. Perché ho messo lei sotto la campana di vetro”. Breve commento. (5 minuti)


Attività (35 minuti)


Dividere la classe in gruppi da 4-5 studenti/studentesse, consegnare i post-it da utilizzare come pedine con il rispettivo nome dell’allievo/a, consegnare i dadi. A turno ogni giocatore/giocatrice tira il dado e posiziona la pedina sulla relativa casella: dovrà condividere la parola riportata sul numero uscito contestualizzandola in un episodio, un ricordo, un fatto della sua vita comunicativa (ad esempio: numero 12, chat. In chat mi è capitato di comunicare… di essere…di trovarmi… etc).


Conclusione (10 minuti)


Ripresa del passo tratto da “Il Piccolo Principe” e conclusione con la domanda: sei ancora convinto/a che il virtuale non sia reale?


Ulteriori attività di approfondimento

Nel presentare il passo del libro valorizzare l’importanza della cura che il Piccolo Principe dona alla sua rosa e sottolinearne il parallelismo con la nostra comunic-Azione quotidiana, che è spesso alternata da momenti on-line o off-line. La nostra comunicazione è come quella rosa, ha bisogno di molte attenzioni per non farla “appassire”. Oggi, molto spesso, capita che il mondo virtuale (digitale) sia considerato extra e, dunque, meno importante nella relazione umana: questo comporta un danno considerevole.


Nella ripresa, porre l’attenzione sulla parola che studenti e studentesse hanno condiviso con maggiore difficoltà.


Chi ha già lavorato in classe con questa attività

In questa sezione troverai le esperienze di chi ha lavorato con l'attività proposta attraverso un racconto di foto e video! Prendi spunto, fatti un'idea e se vuoi condividi la tua esperienza con gli altri raccontando com'è andata (se trovi la sezione vuota, apri le danze ;) )