Primaria

#AncheioManifesto Parole con lo stile

Cittadinanza digitale Hate Speech Collaborazione Emozioni Consapevolezza e responsabilità

Conosciamo e diffondiamo il Manifesto della comunicazione non ostile.

durata 60  min

Materia

Educazione Civica
Area Umanistico-Letteraria
Area Artistico-Espressiva

Competenze chiave

Comunicazione nella madrelingua
Competenza digitale
Competenze sociali e civiche

Punto/i del Manifesto della comunicazione non ostile

01. Virtuale è reale
02. Si è ciò che si comunica
03. Le parole danno forma al pensiero
04. Prima di parlare bisogna ascoltare
05. Le parole sono un ponte
06. Le parole hanno conseguenze
07. Condividere è una responsabilità
08. Le idee si possono discutere.Le persone si devono rispettare
09. Gli insulti non sono argomenti
10. Anche il silenzio comunica

Domande fondamentali

• Cos’è il Manifesto della comunicazione non ostile e quali sono le ‘parole con lo stile’?

• È importante usarle quando si parla con gli altri?

• Quando parlo con qualcuno/a, penso mai a quali parole vorrei venissero dette a me?

• Come possiamo aiutare il Manifesto della comunicazione non ostile diffondendo parole “con lo stile”?


Materiali e Fonti

Parole con lo stile

Il Manifesto della comunicazione non ostile per l'infanzia

Il Manifesto della comunicazione non ostile

Set parole con lo stile

Testo canzone "parole con lo stile"

Cartoncini colorati, pennarelli, forbici e colla

Svolgimento dell'attività

Introduzione (15 minuti)

L’insegnante introduce il tema facendo ascoltare la canzone “Parole con lo stile” e ne viene letto successivamente il testo.


Attività (30 minuti)

L’insegnante pone l’attenzione sulla parte della canzone che parla delle parole ostili “che son pietre”, “che fan nascere la guerra”. Quali sono le parole che ci feriscono di più? Se vogliamo, possiamo scriverle su bigliettini che appallottoliamo e buttiamo via (in un sacchetto della spazzatura).

E invece “quali sono le parole gentili/piumate che vorrei sentirmi dire dagli/dalle altri/e?”

Ogni bambino/a proverà a scrivere queste parole su un cartoncino.

In alternativa, l’insegnante può aiutare i bambini/e a raccoglierle tutte in un elenco o una nuvola di parole (mentimeter).


L’insegnante a questo punto invita alunni ed alunne a modificare i versi ostili delle strofe 2 e 3 utilizzando le parole scritte e condivise in modo da creare dei versi “con lo stile” personalizzati dalla classe. Dopo aver aggiunto i propri versi, ogni alunno/a verrà invitato/a a dire come si sente quando parole riceve queste parole con lo stile che sono state inserite nella canzone.

Se lo si ritiene opportuno, si può sottolineare che le parole sono importantissime e lo sono ancora di più nel mondo di Internet, perché le persone che si incontrano in rete le usano per costruire i messaggi che si scambiano.


 


Conclusione (15 minuti)

A questo punto l’insegnante introduce la missione per il compleanno del Manifesto della comunicazione non ostile (17 febbraio): #ancheio posso fare un regalo al Manifesto, aiutandolo a diffondere parole con lo stile. L’insegnante darà a ogni bambino/a un set di parole con lo stile (vedi “materiali e fonti”)


Ti voglio bene – Scusa – Prego – Posso aiutarti? – Vuoi giocare con me?

Grazie – Mi dispiace – Come stai? – Un sorriso – Un abbraccio – Una carezza

oppure dei bigliettini che potranno personalizzare con le proprie parole con lo stile.

L’insegnante proporrà dunque alla classe di “spendere” ogni giorno almeno un biglietto, regalandolo a qualcuno in classe, oppure a casa. Con l’aiuto dei genitori potranno anche fotografare uno o più dei propri biglietti e inviarlo ai nonni, agli zii o agli amici che non vedono da un po’. Prima di salutare le bambine e i bambini, l’insegnante potrebbe “spendere” subito un biglietto con la parola “Grazie” (una delle parola più importante, come dicono sempre gli amici del Manifesto della comunicazione non ostile) così da dare il via allo scambio delle parole con lo stile!


Ulteriori attività di approfondimento

Nei giorni successivi l’insegnante monitorerà l’attività: le parole con lo stile stanno circolando?

Come reagiscono le persone che le ricevono? E voi come vi sentite?

La classe può imparare le parole della canzone e i bambini/e possono cantarla tutti insieme.

Può essere anche realizzata una presentazione o un video, in cui ogni verso della canzone è illustrato con disegni, scritte e immagini, dai bambini/e stessi.


Chi ha già lavorato in classe con questa attività

In questa sezione troverai le esperienze di chi ha lavorato con l'attività proposta attraverso un racconto di foto e video! Prendi spunto, fatti un'idea e se vuoi condividi la tua esperienza con gli altri raccontando com'è andata (se trovi la sezione vuota, apri le danze ;) )