Infanzia

#AncheioManifesto per la scuola dell’infanzia

Emozioni Consapevolezza e responsabilità Cittadinanza digitale Collaborazione

Conosciamo e diffondiamo il Manifesto della comunicazione non ostile.

durata 60  min

Materia

Educazione Civica

Competenze chiave

Competenza digitale
Competenze sociali e civiche

Punto/i del Manifesto della comunicazione non ostile

01. Virtuale è reale
02. Si è ciò che si comunica
03. Le parole danno forma al pensiero
04. Prima di parlare bisogna ascoltare
05. Le parole sono un ponte
06. Le parole hanno conseguenze
07. Condividere è una responsabilità
08. Le idee si possono discutere.Le persone si devono rispettare
09. Gli insulti non sono argomenti
10. Anche il silenzio comunica

Domande fondamentali

• Cos’è il Manifesto della comunicazione non ostile?

• Come possiamo aiutarlo a diffondersi?

• Quale principio preferisco e perché?


Materiali e Fonti

Parole con lo stile

Parole appuntite, parole piumate. Giulio Coniglio

Il Manifesto della comunicazione non ostile per l'infanzia

» Testo della canzone “Parole con lo stile”.

» Foglio con la grafica #AncheioManifesto

» Matite e pennarelli colorati

Svolgimento dell'attività

L’insegnante introduce l’attività spiegando che il 17 febbraio è il compleanno del Manifesto della comunicazione non ostile, l’occasione per celebrare tutti i principi e i valori del Manifesto. Il tema della festa è #anchiomanifesto, per dare la possibilità a ognuno di conoscere e di raccontare con creatività le proprie storie e esperienze relative al Manifesto della comunicazione non ostile.

Se la classe non hai mai lavorato con il Manifesto e i bambini/e non lo conoscono, questa occasione può essere un l’inizio di un percorso insieme. Si può introdurre l’esperienza leggendo una lettera inviata dal Manifesto della comunicazione non ostile ai bambini/e (oppure partendo da una narrazione simile).


“Ciao! Sono il Manifesto della comunicazione non ostile. Cos’è il Manifesto della comunicazione non ostile? E’ una carta che elenca dieci modi per migliorare il nostro comportamento quando si usa il telefono, il tablet, il computer. Ti svelo un segreto: è stato scritto soprattutto per i più grandi, ma può servire tanto anche ai bambini/e e ai ragazzi/e per fare in modo che la Rete resti un posto bello e sicuro per tutti. Il Manifesto è nato a Trieste. Sai dove si trova? Tu invece dove sei? Il 17 Febbraio è il mio compleanno! Compio 4 anni! In questi 4 anni ho incontrato tanti bambini, ragazzi, genitori, maestre e professori, ma anche mamme e papà, personaggi del mondo della politica, dello sport e della scienza.

Sono fortunato, perché ho tanti amici! Ma ne vorrei avere molti di più per aiutarmi nella missione di sconfiggere le parole ostili, ovvero quelle parole appuntite, cattive, aggressive, di rabbia, che fanno male agli altri e diffondere le parole con lo stile, quelle parole che ci fanno stare bene, che sono come una coccola e un abbraccio. Tu come ti senti? Come stai? Mi fai un regalo per il mio compleanno? Mi aiuti a far restare la Rete un posto bello? Sì? Allora pronti, via!”


L’insegnante legge il Manifesto della comunicazione non ostile per l’infanzia e introduce l’attività.

Dopo aver fatto scegliere ai bambini/e il principio che più preferiscono, li invita a

– disegnare il principio che più li ha colpiti

– fare un collage di immagini ritagliate dalle riviste per illustrare il principio che preferiscono.


Ulteriori attività di approfondimento

Mentre i bambini disegnano suggeriamo di lasciare come sottofondo la canzone “Parole con lo stile”. In seguito si potrà proporre alla classe anche un’attività partendo dal testo della canzone.

Infine è possibile fotografare e raccogliere i disegni/collage e/o chiedere ai bambini/e di portali a casa e raccontare l’attività svolta in classe ai genitori, che, se lo desiderano, potranno condividere il lavoro dei propri figli sui social con l’hastag #AncheioManifesto.


Chi ha già lavorato in classe con questa attività

In questa sezione troverai le esperienze di chi ha lavorato con l'attività proposta attraverso un racconto di foto e video! Prendi spunto, fatti un'idea e se vuoi condividi la tua esperienza con gli altri raccontando com'è andata (se trovi la sezione vuota, apri le danze ;) )